Privacy Cookie Policy

Organo di informazione

"Il dialogo" è l'organo di informazione della ricerca cristcattolica dell'Opera missionaria della Chiesa Vetero-Cattolica Italiana. Il giornale tratta articoli e servizi di teologia, religione, ecumenismo, pastoralterapia, morale, etica, sociale, attualità.
Su questo spazio web, presentiamo degli articoli inediti o, a volte, tratti da "Il dialogo", che viene regolarmente pubblicato nella più solita veste cartacea.
Periodicamente sarà curato l'aggiornamento di tale pagina così da offrire un piccolo servizio in più aumentando il processo comunicativo alla base di ogni relazione umana.




Il dialogo
organo di stampa della ricerca cristcattolica

Direttore Responsabile: dott.ssa Cristina Caroppo - Registrazione n. 233/1968 Tribunale RE



La Chiesa Vetero-Cattolica Italiana (Missione Cristiana Cattolica Italiana), unica e legittima erede della Chiesa Cattolica Italiana, è il più antico Ente Ecclesiastico Laicale che professa il Vetero-Cattolicesimo e vanta una primitiva e ineccepibile tradizione vetero-cattolica, legata al Rito Cattolico Antico, ben antecedente all’Unione di Utrecht di più recente formazione.

Nel l970 la Conferenza Episcopale Internazionale Vecchio-Cattolica di Utrecht affidò con mandato rettorale al Rev.mo Padre Luigi Caroppo, già Priore Magisteriale e Ministeriale della Missione Cristiana Cattolica Italiana, la cura della Diaspora italiana dei vetero-cattolici di Utrecht altrimenti non gestibile né amministrativamente né culturalmente sul territorio italiano.

Si deve allora saper distinguere tra “Diaspora dei vetero-cattolici di Utrecht in Italia” e la Comunità vetero-cattolica italiana di Rito Antico da secoli esistente in Italia.

La MCCI curò quindi in passato, come sopra riportato, la Diaspora vetero-cattolica di Utrecht fino al 1997.

Poi nel 1997, dopo le decisioni dell’Unione di Utrecht circa l’ordinazione della donne e le modalità con cui sono state prese, la CVCI (MCCI) si è distanziata dall’Unione di Utrecht, il Rev.mo Padre Caroppo si è dimesso dall’incarico di responsabile della diaspora utrettina. Continuando però la guida, con piena legittimità e titolarità, della Chiesa Vetero-Cattolica Italiana (Missione Cristiana Cattolica Italiana).

La CVCI (MCCI) ha continuato con il Rev.mo Padre Luigi Caroppo e continua oggi con il successore Rev.mo Padre Paolo Leomanni il suo percorso che vanta origini sin da Paolo Sarpi (1552-1623) e poi Domenico Forges-Davanzati (1742-1810).

A questo punto è doveroso avvertire il lettore su un'incresciosa questione. Ci sono pervenute
ripetute segnalazioni, da parte di persone a noi vicine e non, simpatizzanti e studiosi del vetero-cattolicesimo, circa alcuni contenuti presenti sul sito della “Diaspora Vetero-Cattolica dell’Unione di Utrecht in Italia” e si è potuto accertare quanto segue.

Oltre alla scelta del dominio “chiesaveterocattolica.org” senz’altro legittima, ma che evidenzia un tentativo di sovrapposizione al nostro dominio “chiesaveterocattolica.it” e crea un disservizio alla chiarezza per l’utente in cerca di informazioni, sembra ancora di ravvedere la volontà di screditare il nostro movimento, propagando un’impropria storicità, illazioni e falsità, sobillando dubbi sulla teologia e sull’aspetto pastoralterapico che ci contraddistingue.

A tal proposito, teniamo anche a evidenziare che molti dei nostri Ministri Ecclesiastici sono qualificati professionisti (medici, psicologi, pedagogisti…) e a questi fratelli, distratti forse dalla mancanza di una vera conoscenza del nostro movimento, ricordiamo che la Carità che Cristo ci ha insegnato non si palesa cercando di “oscurare” il prossimo per celebrare sé stessi, né tanto meno tentando di insinuare l’equivoco!

Ci riserviamo di chiedere rettifica e nella malaugurata ipotesi di un riscontro negativo agiremo nelle
sedi più opportune per la tutela dei nostri diritti e in favore della verità.

A loro, comunque, la nostra più accorata benedizione.

Rev.mo P. Paolo Leomanni



torna su